Il Papa al Campidoglio

 

Clicca QUI per leggere i discorsi e vedere e foto

”Omnibus qui sunt in Romae pax a Deo”. Questo il messaggio che il Pontefice, Benedetto XVI, ha lasciato sul libro d’oro del Campidoglio, nel corso della sua visita di stamane. Tratta dalla lettera di San Paolo ai romani, la frase ricorda che ”a quanti sono in Roma, Dio da’ pace”.

Come informa la pubblicazione realizzata dalla prefettura della Casa Pontificia in occasione della visita del 9 marzo,  sia Paolo VI sia Giovanni Paolo II hanno lasciato le loro firme autografe sul “Libro d’Oro” del Comune: 
Peramanter in Domino benedicimus scrisse Montini;
O felix Roma Papa Wojtyla.

 

Il Papa ha così concluso la sua visita, con queste parole:

Cari amici, rientrando nelle vostre case, comunità e parrocchie, dite a quanti incontrerete che il Papa assicura a tutti la sua comprensione, la sua vicinanza spirituale e la sua preghiera. A ciascuno, specialmente a chi è malato, sofferente e si trova in più gravi difficoltà, portate il mio ricordo e la benedizione di Dio, che ora invoco su di voi per intercessione dei santi Pietro e Paolo, di santa Francesca Romana, co-patrona di Roma, e specialmente di Maria Salus populi romani. Iddio benedica e protegga sempre Roma e tutti i suoi abitanti!

La settimana primaincontrando i Parroci di Roma, il Papa aveva ricevuto da uno di loro questo sonetto:

Fra pochi giorni lei si recherà al Campidoglio per incontrare le autorità civili di Roma e parlerà dei problemi materiali della nostra città: oggi le chiediamo di parlare a noi dei problemi spirituali di Roma e della sua Chiesa. E, a proposito della sua visita al Campidoglio, mi sono permesso di dedicarle un sonetto in romanesco, chiedendole la compiacenza di ascoltarlo.

Er Papa che salisce al Campidojo / è un fatto che te lassa senza fiato /

perchè ‘sta vortas sòrte for dar sojo, / pe creanza che tiè ‘n bon vicinato. /

Er sindaco e la giunta con orgojo / jànno fatto ‘n invito , er più accorato, / perchè Roma, se sà, vojo o nun vojo /nun po’ fa’ proprio a meno der papato. /

 Roma, tu ciài avuto drento ar petto / la forza pè portà la civirtà. /

Quanno Pietro t’ha messo lo zicchetto / eterna Dio t’ha fatto addiventà. /

Accoji allora er Papa Benedetto / che sale a beneditte e a ringrazià!

padre Lucio Maria Zappatore, carmelitano, parroco della parrocchia di santa Maria Regina Mundi, a Torrespaccata.

 

 

Il Papa al Campidoglioultima modifica: 2009-03-09T19:39:00+00:00da ldcaterina
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento